giovedì 12 marzo 2015
La “tiella” (tegame) ha origini antichissime. Si narra che la “tiella”, sia stata introdotta in Italia, in prevalenza in Puglia e regioni del sud, durante la dominazione spagnola nel 1600. Essa è una minestra di vari ingredienti, sovrapposti a crudo in strati distinti in un tegame mandato in forno. La composizione delle “tielle” non segue regole fisse ma dà spazio alla propria creatività, si può aggiungere o togliere quello che si vuole, in base al proprio gusto. La mia versione infatti sarà sicuramente diversa dalle altre. Per quanto riguarda il tegame da usare, naturalmente quello in terracotta è il più indicato perché trattiene bene il calore, necessario per la cottura perfetta delle patate soprattutto, ma anche per trattenere ed unire tutti i profumi. Comunque si possono usare anche altre teglie o cocci da forno. Le patate in tutte le “tielle” non devono mai mancare!

Per una “tiella di patate, riso e cozze”,  per dieci persone circa, occorrono:
3 kg. di cozze, 800 gr. di riso Carnaroli o parboiled,  oppure quello che preferite, e 15-18 patate.

Si procede in questa maniera: il fondo del tegame va condito con olio d’oliva, cipolla tritata, pomodoro fresco a pezzettini, basilico e sale fino. Aggiungere le patate leggermente più spesse solo sul fondo coprendo la base.
Condire con olio, sale, pepe, prezzemolo e formaggio (io mix di pecorino e parmigiano).
Aggiungere uno strato di cozze con metà guscio, precedentemente lavate e aperte, avendo l’avvertenza di trattenere il loro liquido filtrato con un colino a maglie strette, che ci servirà alla fine.
Condire le cozze con olio, cipolla, pomodoro, basilico, prezzemolo.
A questo punto io ho aggiunto un po’ di zucchina tagliata alla julienne per rendere il piatto più umido, ma si può omettere. La differenza comunque non è molto evidente, visto che prevale il gusto del mare!
Continuare con le patate, tagliate in maniera più sottile, poi le cozze e il riso sempre molto condito…fino ad esaurimento ingredienti.
L’ultimo strato si copre con i pomodorini tagliati per metà e disposti col taglio verso su, conditi con olio e sale.
Riempire il tegame di acqua (precedentemente leggermente salata) raggiungendo il livello del riso.
A questo punto si versa con delicatezza il liquido delle cozze sul preparato, prima di passare in cottura.
Per chi ha la possibilità di cuocere il tutto in un forno a legna o direttamente sui carboni (come nel mio caso), vi assicuro una riuscita eccezionale!
Chi non ha tale possibilità può cuocere in forno a 180° per un’oretta. Prima però, conviene portare solo ad ebollizione la teglia sul fornello. In forno il tegame va coperto per la cottura e scoperto verso la fine per permettere la formazione della crosticina.
Conviene, a metà cottura, assaggiare per la sapidità.
Per quanto riguarda il dosaggio dell’olio vi consiglio, almeno per questa ricetta, di essere generosi!

37 commenti:

  1. grazie per avermi ricordato come si prepara, lo mangio spesso da mia suocera in Puglia e non mi ricordavo al ricetta per replicarlo a casa!!!L'hai preparato davvero bene!!!!Brava!!!!Baci sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina! Sei sempre molto gentile con me!!! Allora presto sentirai il profumo della Puglia! :))) Un grande bacio, Rosa

      Elimina
  2. Carissima Rosa, conosco molto bene questa meravigliosa ricetta e tempo fa la postai nel blog in quanto data ai miei genitori da amici pugliesi, la versione che seguo presenta qualche differenza a livello di ingredienti ma identico il sistema di utilizzare acqua delle cozze filtrata benissimo mischiata ad acqua calda e infornarla dopo averla messa nel fornello a gas e non
    appena il liquido va a ebollizione, anche nella mia ricetta è prevista un'abbondante quantità di olio:)) una ricetta buonissima che adoro pazzamente (come del resto tutti i piatti a base di pesce). Devo provare assolutamente anche la tua ottima versione che mi piace tantissimo, mi hai fatto venire di nuovo fame nonostante abbia già cenato:)) bravissima Rosa, ti faccio i miei migliori complimenti:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Rosy, grazie per i complimenti e per tutto quello che mi hai scritto. Sono davvero contenta che ti piaccia questa preparazione:) Come ho detto nella introduzione, ognuno può personalizzarla. Fatta in questa maniera ti assicuro che è sublime. Pensa che nel tegame di terracotta non è rimasto neanche un chicco di riso!!! :))) Ho dimenticato di scrivere che si possono mettere le cozze anche senza guscio. Io ne misi un po' con e un po' senza.
      Se la preparerai, mi farai sapere come la trovi!
      Un bacio e buonissima giornata! :)))
      Rosa

      Elimina
  3. Ho avuto modo di conoscere questa ricetta un paio di anni fa a Peschici quando comprai un libro di ricette pugliesi.Devo dire che fu una delle ricette che mi colpì di più.Mi ero promessa di farla al più presto ma poi son passati 2 anni...ahahahah :-)
    La tua tiella ha un bellissimo aspetto e mi hai proprio invogliata !!!
    Bacioni carissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gwendy, cosa ti sei persa in due anniiiiiii!!!! Devi subito rimediare! Non si può non farla! :))))
      Grazie per i complimenti, sei carinissima!
      Ti mando un bacione, Rosa

      Elimina
  4. Molto buono questo piatto...lo adoro più degli altri.Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci capiamo molto bene ;)
      E' una "perla" della nostra regione....
      Un bacio, Rosa

      Elimina
  5. ciao Rosa
    la "tiella" è assolutamente la mia ricetta regionale preferita che eseguo spesso rispettando i canoni molto simili ai tuoi
    ti abbraccio e complimenti per il blog
    p.s.
    grazie infinite:sono onorata di apparire tra i tuoi amici blogger <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annaaaa! Grazie per essere passata da me! E grazie per i complimenti, sei tanto cara!
      Un abbraccio, Rosa
      p.s.: sei tra i miei amici blogger da quasi un anno, e sono felice di averti <3

      Elimina
  6. è molto interessante questo piatto! Da provare assolutamente! Bravissima Rosa!!! buon fine settimana e un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angelica questo è un piatto veramente speciale della nostra regione, uno dei migliori!
      Provalo e mi farai sapere!
      Buon fine settimana anche a te! :)
      Baci Rosa

      Elimina
  7. Preparazione tradizionale che hai descritto ed eseguito con cura, complimenti. Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima, sei molto gentile!
      Ti auguro buon fine settimana! :)
      Un bacio, Rosa

      Elimina
  8. Un piatto che mi piacerebbe molto assaggiare!

    RispondiElimina
  9. Un piatto che mi piacerebbe molto assaggiare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annamaria, ti consiglio di non perderlo, devi assolutamente provarlo!
      Un bacio, Rosa

      Elimina
  10. ciaooo rosa grazie per le tue gentilissime parole,e che dire di questa tiella???? preparata in modo eccellente e perfettamente alla pugliese maniera!!! fantastica e spero di conoscerti di persona..un giorno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ninì! Che piacere averti nel mio angolino :) Grazie per i complimenti, sei molto gentile, penso che anche tu saprai farla benissimo :)
      Anche a me farebbe molto piacere conoscerti di persona :)
      Ti mando un bacio e buona settimana
      Rosa

      Elimina
  11. Me ne hanno sempre parlato, ma non sapevo la ricetta.
    Non è difficile ..si può fare.
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Incoronata, hai ragione, si può fare benissimo :)
      Non aspettare troppoooooo
      Un bacio e, buonissima settimana
      Rosa

      Elimina
  12. Ciao Dolcissima, mancavo solo io ha questa splendida cena, adoro questo delizioso piatto
    che fa parte della tradizione Pugliese, è una vera bontà di profumi e sapori!
    Bravissima!!! Hai eseguito alla perfezione questa meraviglia, grazie per averla condivisa!
    Sei un'amica fantastica Rosa, grazie di esserci sempre, ti voglio bene!
    Ti auguro una splendida settimana!!!
    Un caro abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, sei carissima e dolcissima! Grazie per le bellissime parole che mi hai scritto, sono contenta anch'io di averti come amica! Questo è un piatto che si prepara quando si vuol far assaggiare qualcosa di tipico ai forestieri, ma anche noi ne siamo legati e lo realizziamo di tanto in tanto.
      Auguro anche a te una serena settimana!
      Un abbraccione, e grazie per tutto, ti voglio bene!
      Baci Rosa <3<3<3

      Elimina
  13. mmmmm ... i tuoi piatti sono sempre invitanti , devo provare a farla !!!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, sei tanto cara, quanti complimenti!
      Non perderla!!!
      Un bacio, Rosa

      Elimina
  14. Grazieeeee cara Rosa per aver pubblicato questa ricetta, la aspettavo con ansia! La annoto subito e appena posso mi metto all'opera! Deve essere oltre che bellissima buonissimaaaaa! Complimentiiiiii
    Un mega bacione
    ciaoooo

    RispondiElimina
  15. Grazieeeee cara Rosa per aver pubblicato questa ricetta, la aspettavo con ansia! La annoto subito e appena posso mi metto all'opera! Deve essere oltre che bellissima buonissimaaaaa! Complimentiiiiii
    Un mega bacione
    ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Maria Brunaaaaa! Quando postavo questa ricetta, naturalmente ho pensato a te! Ormai sei entrata nella mia casa e nel mio cuore!
      Ti assicuro che è squisita. Non ci sono altre parole da aggiungere :) Per quanto riguarda il riso, inizia con quello giallo perchè tiene meglio nella cottura.
      Grazie per tutto! Un bacio e buona settimana!
      Ciaooooooo

      Elimina
    2. Ma grazie a te cara amica, sei stata gentilissima! E grazie per il consiglio, sarà fatto!
      Un mega bacione e buona festa del papa!
      ciaooooo

      Elimina
  16. Nella nostra cucina pugliese non può assolutamente mancare la tiella di patate riso e cozze, troppo buona, me la richiedono spesso a casa! Molto invitante la tua, bravissima! Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vanna! Grazie per tutto! Sicuramente anche la tua sarà una favola!
      Ti mando un bacio e buona settimana!
      Rosa

      Elimina
  17. sai che ne ho sempre sentito parlare ma non l'ho mai assaggiata?! proverò a prepararla seguendo le tue indicazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Linda della fiducia! :) Provala e poi mi dirai...
      Un bacio e buona giornata!

      Elimina
  18. Sono solo passata per farti un salutino e per augurarti un buon inizio settimana!
    Ti abbraccio caramente
    ciaoooo

    RispondiElimina
  19. Sono solo passata per farti un salutino e per augurarti un buon inizio settimana!
    Ti abbraccio caramente
    ciaoooo

    RispondiElimina
  20. Complimenti gran bella ricetta.... annotata subito!

    RispondiElimina
  21. Complimenti gran bella ricetta.... annotata subito!

    RispondiElimina

Chi sono

Sono una donna del Nord Barese. La mia passione è scoprire e inventare nuove ricette e dettagli particolari che possano rendere unici i miei piatti. Mi diletto nel salato e anche nei dolci. Questa del blog è una nuova (e inaspettata) esperienza. Spero di riuscire a mostrarvi le mie piccole creazioni!

Contattami

La mia email: rosabosco5@gmail.com

Etichette

I miei amici

Le mie visualizzazioni

I miei lettori fissi

Powered by Blogger.