venerdì 4 dicembre 2015
Carissime amiche e lettori, con l’avvicinarsi del S.Natale, si desidera preparare biscottini, dolcetti, cioccolatini e quant'altro per poter meglio accogliere gli ospiti durante le festività. Oggi ho preparato degli ottimi biscotti al cioccolato, molto belli anche nell'aspetto :) Si presentano molto bene nel periodo natalizio in quanto ricoperti di zucchero a velo, che ci ricorda la neve, così bella e caratteristica nel mese di dicembre! Allora adesso avviciniamoci in cucina a prepararli! Ma….attenzione, perché sono uno tira l’altro!




martedì 24 novembre 2015
Oggi care amiche, cari lettori, vi propongo una torta sublime, dal gusto raffinato e pieno. È una torta molto semplice nella preparazione, con pochi ingredienti, ma ottima per un pranzo o una cena importante!  Vi assicuro che il gusto vi sorprenderà!

Questa magnifica ricetta l’ho presa dal BLOG della mia carissima amica Rina, che ritengo molto brava in cucina! Amando alla follia i dolci alla ricotta, non poteva passare inosservata questa splendida realizzazione. Allora mi sono subito adoperata per proporla alla mia famiglia che ha largamente apprezzato! Grazie Rina, le tue ricette sono strepitose!
Non mi resta che procedere nella presentazione degli ingredienti e nella descrizione del procedimento.
venerdì 13 novembre 2015
Carissime amiche e carissimi lettori, 
con l’arrivo dell’autunno abbiamo la possibilità di avere altre varietà di ortaggi buoni, salutari e saporiti! Oggi vi sto propongo dei gustosi cardi!
Il cardo è un ortaggio simile al sedano nella forma. Appartiene però alla famiglia dei carciofi. I suoi gambi sono generalmente duri, molto fibrosi e leggermente amarognoli. Per evitare che durante la crescita i gambi diventino molto scusi ed amarognoli, si protegge la pianta da fogli di carta che avvolgeranno tutte le foglie fino al momento della raccolta. In questa maniera la pianta manterrà un colore chiaro e sarà anche più tenera. Il cardo ha pochissime calorie e offre un elevato grado di sazietà, perciò può essere preparato utilizzando una certa quantità di condimenti.

Ogni foglia va sfibrata e poi tagliata in piccoli parti. Dopo averli lavati, i gambi vanno lessati in acqua leggermente salata. Qualcuno sfibra i cardi dopo la cottura. Ora potete scegliere il tipo di preparazione. In genere copro le coste già lessate con salsa Mornay, fiocchi di burro e una spolverata di parmigiano.
mercoledì 14 ottobre 2015
Carissime amiche e carissimi lettori,
con tanta allegria e simpatia desidero farvi partecipi di un incontro bellissimo avvenuto a fine settembre scorso a Milano. Durante il mio soggiorno nella bellissima città della moda, ho avuto il piacere di incontrare una persona veramente speciale, che molti di voi conosceranno per aver visitato il suo meraviglioso blog LA PASSIONE DI LAURA. Si tratta della carissima e dolcissima amica blogger Laura :) 

Con lei ho passeggiato serenamente, condividendo, nei nostri discorsi, principalmente la passione per la cucina e per le nostre famiglie. Ammiro molto la sua spiccata passione per la cucina e per la famiglia, perché la vive con molta determinazione. Mi fa tanto piacere allargare la cerchia delle mie amicizie perché da ognuna ricevo veramente tanto! A pranzo abbiamo assaporato un piatto sublime, preparato veramente a regola d’arte. I tonnarelli con polpo e ceci non sono rimasti soltanto un simpatico ricordo, ma li ho preparati qualche giorno fa per gustarli, questa volta con la mia famiglia, mentre ripercorrevo le tappe di quella favolosa giornata!


mercoledì 23 settembre 2015
Eccomi, carissime amiche, carissimi lettori, dopo un lungo periodo di riposo estivo! Qui in Puglia abbiamo avuto, come sapete, temperature alte per un periodo molto prolungato e direi che proprio da pochi giorni si sono leggermente attenuate, ma abbiamo ancora in uso l’abbigliamento estivo, per intenderci :)
In queste ultime settimane ho provveduto a preparare le conserve per l’inverno: pomodorini nei barattoli di vetro, marmellata di prugne, il mio liquore all’alloro preferito e, per finire, gli squisiti pomodori secchi sott’olio, tipici nella zona del sud Italia. Una vera bontà!
lunedì 20 luglio 2015
Di colore brillante, verde, rosso e giallo, i peperoni rappresentano per me l’esplosione dell’estate, di sole e di calore! Sappiamo bene che sono originari dell’America del sud, insieme ad altri ortaggi e che sono stati importati in Europa nel sedicesimo secolo. Sono ricchissimi di vitamine, specialmente della vit. C se lasciati crudi, ma contengono anche tanti antiossidanti, betacarotene, vitamine del gruppo B, sali minerali, potassio, ferro, magnesio e calcio.
Sono estremamente versatili, infatti possono essere cucinati in vari modi!
Oggi vi presento dei peperoni deliziosi, saporiti e sfiziosi per accompagnare un secondo o serviti anche come antipasto. Preparati in questa maniera assumono un gusto veramente dolce e sono anche molto digeribili! Vi confesso che mi piacciono tantissimo e non potrei proprio farne a meno!

Vi consiglio di prepararne qualche porzione in più perché sono ottimi anche il giorno seguente. Volendo si possono consumare anche freddi.
mercoledì 15 luglio 2015
Carissimi lettori, mi dispiace non essere molto presente in questo periodo, ma penso sia comprensibile!
Sto molto bene, a parte il caldo che crea dei leggeri disagi…
Come anticipato dalla mia amica Sabrina del blog SABRINAINCUCINA, ci siamo incontrate pochi giorni fa a Bari, visto che è venuta in Puglia per trascorrere le vacanze. Sono stata felicissima per aver accettato il suo invito! Dopo tanti contatti virtuali finalmente ci siamo conosciute personalmente e questo ci ha reso veramente felici! Eccovi la nostra foto insieme! (Io sono quella castana) 
Ho vissuto un’emozione particolare, nuova! Sabrina è una bellissima persona, molto dolce e sensibile, ma nello stesso tempo tenace nell’affrontare la vita quotidiana! È una brava mamma e moglie, con tante passioni! Conoscere persone nuove è arricchente perché si scoprono vari punti di vista e vari aspetti delle proprie personalità. Sabrina mi dà tanta carica con la sua bella energia! Grazie, Sabrina, per la tua gioiosa intraprendenza, sono contenta di averti conosciuta! Spero di poterti rivedere e magari riuscire ad organizzare una cena in futuro tra noi foodblogger come hai pensato tu! A presto mia cara, tvtb!  Sei straordinaria!!! :)


Oggi vi propongo un fresco secondo, o contorno, oppure piatto d’asporto per varie occasioni! Si tratta di una frittata infornata e farcita con spinaci, formaggio spalmabile e prosciutto cotto. Una bontà che piace a tutti, specialmente in estate se accompagnata con una bella insalatona! Inoltre, presentandosi molto bene, rende più graziosa la vostra tavola! Mi piacciono molto le girelle di tutti i tipi!… :)))
mercoledì 24 giugno 2015
Eccomi qui, dopo un periodo intenso in cui la mia famiglia ha richiesto più attenzioni. Quando ho avuto un po’ di tempo, però, ho letto le vostre gustose ricette! Insomma, sono stata presente per quel che ho potuto.
Oggi, avendo avuto più tempo, ho voluto proporre ai miei un piatto tipico pugliese: cozze ripiene al sugo, dette anche cozze al filo, dopo vi spiegherò perché. Ho notato che si preparano anche in altre regioni d’Italia, magari con delle varianti. Sono convinta che saranno tutte squisite, trattandosi di un frutto di mare già saporito di suo!
Allora se acquistate delle cozze grandi e già abbastanza pulite, potrete optare per questa soluzione! È vero che richiede un po’ di tempo in cucina, ma il gusto lo ripagherà abbondantemente! :)
sabato 30 maggio 2015
Carissimi lettori, oggi vi presento un classico che piace a molti e di facile realizzo: la crostata alla ricotta con scaglie di cioccolato! È un dolce delicato d’inverno, ma goloso in estate se gustato abbastanza fresco. Il cioccolato nella farcia rompe la monotonia della ricotta che, anche se di ottima qualità, presa fresca dalla latteria di fiducia, ha bisogno di essere arricchita e colorata da qualcos’altro. Che ne pensate? Accetto suggerimenti! Provate a servire questo dolce con un liquorino fatto in casa, magari alla frutta, e vedrete che splendido fine pasto! Ora potete accomodarvi…inizio a servirla!
sabato 23 maggio 2015
Ecco questa volta una torta alle fragole realizzata per la cresima della mia piccola Emanuela.
Le fragole, come ho detto in precedenza, si prestano molto bene nella pasticceria. Col loro colore vivace si può giocare come si vuole e realizzare dei dolci buoni ed esteticamente attraenti! Mia figlia è stata molto contenta del “risultato finale” ed i commensali, devo dire, hanno gradito! Anche il pomeriggio di quel giorno è stato particolarmente caldo per cui abbiamo trascorso una bella e serena serata in famiglia! Un’altra tappa è superata! …Vedo le mie figlie crescere, trasformarsi, vivo con loro interrogazioni ed esami, sentimenti ed emozioni! Tutto molto bello! Ringrazio Dio per il dono della famiglia che abbiamo ricevuto! Tenendo sempre fermi i valori che ci permettono di andare avanti, cerchiamo sempre di proseguire con gioia, coraggio…e speranza! Un abbraccio anche a tutte voi che formate un cerchio attorno alla mia famiglia!

Ora passiamo alla torta. 
lunedì 11 maggio 2015
C’è ancora desiderio di piatti invernali e saporiti che ci coccolano il palato, prima di passare a quelli decisamente estivi, come piatti freddi ed insalatone di ogni tipo. Allora ho pensato di proporre nella mia cucina e quindi, anche nella vostra, delle chicche deliziose da non perdere!

Ho acquistato dal pastaio delle chicche di patate, molto più piccole dei classici gnocchi. 
domenica 3 maggio 2015
Ecco, oggi vi presento una bella crostata alle fragole, preparata per una bella serata in compagnia di amici.
Quasi tutte le torte o crostate alle fragole sono belle e raffinate, grazie alla loro forma e al colore brillante della frutta in questione.
Usare la frutta in pasticceria rende il dolce fresco, sfizioso e adatto all'arrivo della bella stagione.
Le fragole sono ricche di potassio, manganese, acido folico e vitamina C. Hanno proprietà antinfiammatorie e antivirali. Ma è anche un frutto allergizzante, quindi è opportuno non abusarne.
venerdì 3 aprile 2015
La scarcella è uno dei dolci originari della cucina pugliese, ma conosciuto in tutto il sud.
È un grosso biscotto realizzato nelle forme più svariate: cestino, coniglio, campana, fiore, cuore…
Secondo la tradizione, il dolce simboleggia la liberazione dal peccato originale: per mangiare la scarcella, le uova vanno appunto “scarcerate” dall’intreccio di pasta. Questo spiegherebbe il suo nome. Attualmente il dolce viene farcito con una glassa bianca su cui vengono adagiati dei piccoli ovetti di cioccolato, molto più pratici ed igienici (e non uova di gallina) a scopo decorativo, con l’aggiunta di zuccherini colorati. La scarcella è anche un dolce che simboleggia la rinascita, da cui l’usanza di decorarla con ovetti.

All’epoca dei nostri genitori, nei giorni che precedevano la Pasqua, il fornaio del quartiere gridava verso l’alba, per le vie: “facite pupe e taraddi”, cioè “fate biscotti decorati e taralli”. Iniziava così il rituale. I dolci risultavano alla fine opere d’indiscutibile pregio non solo per il palato, ma anche per le massaie che potevano effettuare verifiche e riscontri immediati, con sfumature di gusto diverse perché prodotte da mani differenti. “R’scartecèdde”, “le scarcelle”, mettevano in evidenza la straordinaria maestria delle donne nel creare forme particolari, capaci di percorrere i tempi di ieri e di oggi.
venerdì 27 marzo 2015
Eccomi, con un po’ di ritardo, ci sono anch'io!  È passato un anno da quando le mie amate figliole mi hanno “regalato” questo sogno che avevo posto nel cassetto da un bel periodo. Ricordo con enorme piacere che, l’anno scorso, nel giorno del mio compleanno, il 21 marzo, hanno realizzato una “caccia al tesoro” nella nostra casa. Ebbene, in ogni stanza c’era un biglietto in rima che mi consentiva di trovare il regalo. Vi lascio immaginare quanti regalini abbia ricevuto quel giorno! Tutti utili e da me desiderati: un ricettario, un profumo, un bracciale….ed infine, nella camera delle ragazze, sempre dopo la lettura del biglietto, l’indizio mi portava a rivolgermi verso lo schermo del computer e... cosa vedo? La testata del mio blog! Che gioia!!! È stata una gioia enorme festeggiare il mio compleanno per tutto il calore che ho ricevuto, per l’amore che mi dona sempre la mia famiglia e che mi regalate anche voi, ogni giorno con la vostra presenza ed il vostro affetto!
Abbiamo tutti bisogno di tenerezza perché ci fa star bene reciprocamente…
La prima ricetta però è stata pubblicata il 19 aprile.
Adesso vi faccio assaggiare una crostata genuina e gustosa perché contiene olio d’oliva. È molto semplice e veloce da realizzare, ve la consiglio!
giovedì 12 marzo 2015
La “tiella” (tegame) ha origini antichissime. Si narra che la “tiella”, sia stata introdotta in Italia, in prevalenza in Puglia e regioni del sud, durante la dominazione spagnola nel 1600. Essa è una minestra di vari ingredienti, sovrapposti a crudo in strati distinti in un tegame mandato in forno. La composizione delle “tielle” non segue regole fisse ma dà spazio alla propria creatività, si può aggiungere o togliere quello che si vuole, in base al proprio gusto. La mia versione infatti sarà sicuramente diversa dalle altre. Per quanto riguarda il tegame da usare, naturalmente quello in terracotta è il più indicato perché trattiene bene il calore, necessario per la cottura perfetta delle patate soprattutto, ma anche per trattenere ed unire tutti i profumi. Comunque si possono usare anche altre teglie o cocci da forno. Le patate in tutte le “tielle” non devono mai mancare!

Per una “tiella di patate, riso e cozze”,  per dieci persone circa, occorrono:
3 kg. di cozze, 800 gr. di riso Carnaroli o parboiled,  oppure quello che preferite, e 15-18 patate.
giovedì 5 marzo 2015
Avrete intuito che i funghi mi piacciono tanto, specialmente i cardoncelli.
Questi che vi presento oggi però sono funghi molto diffusi, i pleurotus, hanno un’ottima commestibilità e un delicato sapore. Ho letto da qualche parte che questo fungo abbatte la colesterolemia e potenzia il sistema immunitario. Possiede anche interessanti proprietà antinfiammatorie.
Ma torniamo alla loro preparazione. Si preparano in vari modi: grigliati, in umido con le patate, ecc… ed anche impanati e fritti. Io però, per avere una cottura più leggera, li cuocio direttamente in forno! 


Vi assicuro che sono gustosissimi, croccanti al punto giusto e morbidi all’interno. Con una bella insalatina, formano un secondo sfizioso e goloso!
domenica 1 marzo 2015
Ecco, carissime amiche, dopo un breve periodo davvero intenso, riprendo (spero), col ritmo di sempre.
Oggi ho preparato un primo semplice nella preparazione, ma gustosissimo! Questa ricettina l’ho appresa in un villaggio estivo della Calabria che aveva proprio il nome di “Ginestra”. Tra le signore villeggianti, circolava la ricetta di questo sfizioso primo piatto…ed allora, curiosa come sempre per le novità, l’ho provata e poi l’ho ripetuta tante volte :) Questo spiega perché ci tengo a pubblicarla! 
domenica 15 febbraio 2015
In occasione del festival di Sanremo mi è venuta voglia di preparare un rustico saporitissimo.
È stato veramente apprezzato da tutti per il sapore rustico, quasi antico; in esso il gusto si univa ad un certo contenuto. Vedrete la semplicità di questo salato e noterete la lievitazione che ha reso il calzone anche abbastanza leggero.
Con il rimanente impasto ho realizzato una mini pizza leggerissima e golosa! :)

Il rustico è ideale per una cena veloce, per uno spuntino tra amici o tagliata a cubetti per un aperitivo: sarà un successo!
sabato 7 febbraio 2015
Un giorno mio marito mi porta una pasta speciale, che per la verità avevo intravisto già in qualche negozio particolare nel mio paese. Si chiamano: “foglie d’ulivo” perché la loro caratteristica forma richiama precisamente le foglie dell’albero in questione. Sono realizzate artigianalmente in semola di grano duro e contengono il 2% di spinaci disidratati per poter conferire il tipico colore verde.

La guardo, la osservo attentamente e comincio già ad immaginare in che modo avrei potuto condirla. Ebbene, oggi, trovando dei funghi cardoncelli freschissimi dal mio fruttivendolo, tipici della Puglia e della Basilicata, ho subito pensato di realizzare un primo piatto invernale particolare, anche per ringraziare mio marito del suo pensiero delicato avuto nei miei confonti!
sabato 31 gennaio 2015
Avevo da tempo desiderio di un liquore gradevole al palato, corposo e che piacesse anche alle donne!
E sì, spesso succede che per la delicatezza dei gusti, noi donne rinunciamo al piacere del liquore. Il liquore al cioccolato, preparato con alimenti semplici ed inoltre con l’utilizzo di poco alcool, risponde pienamente a questa esigenza. È un piccolo piacere che si può condividere con molti, ma anche semplicemente col proprio marito per concludere con dolcezza un momento conviviale.
sabato 24 gennaio 2015
Nel giro di una settimana ho preparato due crostate farcite con frutta e marmellata!
La prima, con pere, marmellata di fichi e noci, è stata una sorpresa per mia figlia, di ritorno da un esame abbastanza impegnativo.
L’altra, con mele e marmellata di mele cotogne home-made, l’ho preparata in occasione di un pomeriggio trascorso con le mie amiche. 
Sia la prima che la seconda devo dire sono state due coccole molto gradite!

La conferma? Mi hanno chiesto la ricetta! Ma come potevo tenerla per me! È veramente un piacere essere d’aiuto per qualcuno! Del resto anche Maria Bruna di “Pentole e vecchi merletti” ci ha dato de dosi di questa meravigliosa base per crostate alla frutta! Ringrazio di cuore Maria Bruna, perché oltre a realizzare la sua con i “Quadrotti deliziosi di mele”, che ho trovato squisita, ho potuto sperimentarne altre, ugualmente deliziose!!!

Queste sono le dosi, leggermente modificate, perché ho usato meno burro:
giovedì 22 gennaio 2015
Oggi ho preparato una quiche buonissima e velocissima da preparare. È sempre comodo avere in casa qualche rotolo di pasta brisèe per realizzare un antipasto veloce, un secondo poco impegnativo o per “salvare” una cena.
Personalmente mi piacciono i salati ben farciti e questo è uno dei tanti che gusto in particolar modo. Allora, adesso andiamo in cucina e prendiamo:
giovedì 15 gennaio 2015
Alta, bassa, soffice, croccante, semplice, farcita…e chi più ne ha, più ne metta!
Ci sono tantissime varianti di focacce; ho visto tanti modi nel web di preparare il nostro amatissimo spuntino. Io, devo dire, la preparo seguendo tre ricette diverse. Oggi vi presento la prima, che somiglia alla tipica focaccia bassa, molto condita e venduta soprattutto nella città di Bari.
Tappa obbligata, se si dovesse passeggiare per le vie della città suddetta, è recarsi da un buon panificio, prendere un pezzo di focaccia bollente e gustarla rapidamente insieme agli altri aggiungendoci un po’ di allegria.
Allora, ritorniamo nella nostra cucina. Assicuro che questa variante è molto semplice e appetitosa.

Per prepararla occorrono:
500 gr. di farina “0” o manitoba
10 gr. di lievito di birra fresco o metà liofilizzata
2 cucchiaini di sale fino
400 gr di acqua tiepida precedentemente bollita

Chi sono

Sono una donna del Nord Barese. La mia passione è scoprire e inventare nuove ricette e dettagli particolari che possano rendere unici i miei piatti. Mi diletto nel salato e anche nei dolci. Questa del blog è una nuova (e inaspettata) esperienza. Spero di riuscire a mostrarvi le mie piccole creazioni!

Contattami

La mia email: rosabosco5@gmail.com

Etichette

I miei amici

Le mie visualizzazioni

I miei lettori fissi

Powered by Blogger.