lunedì 22 dicembre 2014
Carissime amiche, sento di ringraziarvi tutte, una per una, per l’affetto che mi avete trasmesso in questi pochi mesi, dal momento in cui ho iniziato la mia avventura col mio piccolo blog!
Mi ha fatto veramente piacere conoscervi e stringere legami molto belli, sinceri, disinteressati e allegri!
Mi piace molto lo scambio di ricette e di sentimenti! Io, ad esempio, ho provato tanti vostri piatti e puntualmente nominavo “la provenienza” a tavola, perché siete entrate nella mia vita ed è giusto che ne parli…
Ho notato, poi, con piacere che qualcuna ha preparato qualcosa di mio, come per esempio il mio liquore all’alloro, mostrandolo nel proprio blog!
Siete fantastiche e vi voglio un gran bene… Allora approfitto in questo momento importante dell’anno per farvi tanti auguri per un sereno Natale, in cui assaporare la dolcezza delle pietanze ma anche la dolcezza, la delicatezza e le attenzioni che ognuno di noi possiede, basta solo tirarle fuori e donarle in abbondanza a chi ci passa accanto!

Concludo con una piccola rima (mi chiedono sempre delle rime per i brindisi, ora però lo faccio per voi, ok? ) e con i miei cantuccini…

Un abbraccio ed una carezza,
sono per voi, ve lo dico con purezza;
che ricchezza la vostra presenza,
non riesco più a stare senza!
Grazie per tutto, e di cuore,
sento che da voi proviene con Amore!
Auguri e Santo Natale, che sia veramente bello,
candido, puro e delicato come il Bambinello!
 Rosa



Per i cantuccini ho utilizzato: 
sabato 20 dicembre 2014
Eccomi! Con un po’ di ritardo vi presento la torta che ho realizzato nel giorno del compleanno di mia figlia, per i suoi vent’anni!
È tutta completamente al cioccolato e ricoperta di cioccolato plastico.


Quando era più piccolina, mi piaceva decorare le sue torte con i personaggi dei cartoni animati che andavano in quel periodo oppure con soggetti natalizi o prettamente invernali. Ora, naturalmente, ho pensato che le potesse far piacere un soffio della natura, che portasse leggerezza, dolcezza e allegria! Che bella esperienza lavorare il cioccolato plastico (sssssshh…. Era la prima volta per me!!!)! È come realizzare una piccola opera con le proprie mani!
sabato 13 dicembre 2014
Rieccomi, dopo un breve periodo di assenza…comunque tutto bene!
Finalmente siamo entrati in un periodo particolare dell’anno, nel periodo dell’Avvento quindi di preparazione al S. Natale in ogni senso. Siamo tutti presi da mille faccende di ogni genere, è vero, ma è anche bello non trascurare le tradizioni culinarie locali, in particolare i dolcetti natalizi che si possono preparare con un po’ di anticipo e che sono anche molto simpatici da regalare.
Per la nostra famiglia il mese di dicembre è significativo perché ricorre la nascita della nostra primogenita, che ieri ha compiuto venti anni! Per la mia stella ho preparato dei buoni dolci e, insieme a lei, ho realizzato una bella tortina che presto posterò.

Oggi allora vi offro la torta panettone, che non è affatto un panettone, ma una torta normale ricoperta di cioccolato, molto molto soffice e gradevole al palato. E’ piaciuta a tutti ed ho capito che per le feste natalizie la ripresenterò magari con lo stampo a forma di cometa. Vi piace come idea?
domenica 16 novembre 2014
E’ uno dei liquori fatti in casa che mi riesce bene! Avrete intuito bene che è fatto con foglie di allor freschissime! “Sì, tanto l’albero va potato…” dice il papà di un nostro amico quando mi regala bellissimi bouquet di alloro, che naturalmente distribuisco anch’io ad altri…
Vengono riconosciute alla pianta di alloro numerose capacità terapeutiche grazie ai suoi olii essenziali; cura i reumatismi e gli strappi muscolari; ha capacità rilassanti, attenua la sudorazione, ha proprietà espettoranti e digestive. E’ un antipiretico.
Nella cucina pugliese è molto utilizzato nei legumi, nelle zuppe, carni, pesce, e nelle famose tielle. Personalmente lo utilizzo molto in aggiunta alle tisane, perché è un digestivo e rilassante. Ottimo alla sera.
Ora vi presento il mio liquorino, tanto profumato e tanto gustoso. Ideale dopo pasto…non tutti i giorni, però! 

lunedì 10 novembre 2014
Era da tempo che leggevo di qua e di là questa brioche e sentivo il desiderio di provarla. Ho aspettato naturalmente una giornata ideale, bella fresca per poter riaccendere il forno (in questi giorni nella nostra zona abbiamo venti gradi, qualcuno ha ripreso le polo dagli armadi J)  e così la settimana scorsa mi sono messa all'opera. Confesso che è molto semplice questo rustico e si prepara in pochi passaggi, basta avere tutti gli ingredienti!
Il risultato è stato soddisfacente, saporita e morbida, basti pensare che metà è andata via per l’assaggio, l’altra metà per la cena!





Per l’impasto occorre:
300 gr. di farina “00”
80 gr. di burro morbido
1 lievito di birra (io uso quello liofilizzato)
Qualche cucchiaiata di latte tiepido
3 uova
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
Pepe a piacere
domenica 26 ottobre 2014
Oggi ho preparato delle crostate farcite con una profumatissima crema al limone.
La ricetta me l’ha data una carissima amica, dopo averla assaggiata naturalmente da lei!
Mi ha sorpreso il gusto predominante del limone che a me, devo dire, piace tantissimo! Ho usato infatti la buccia di limoni biologici freschissimi... Forse è anche questo il segreto del profumo!


Allora eccomi pronta a condividere con voi questo dolce molto apprezzato, semplice e anche abbastanza rapido nell’esecuzione. 
Sono semplici e carine anche le crostatine. Basta soltanto qualche minutino e …voilà, tutto è fatto! 
Con questo dolce, vi auguro una splendida settimana…
venerdì 10 ottobre 2014
Eccomi carissime amiche, dopo un periodo ricco di impegni. Questi giorni sto riprendendo gradatamente il contatto con il pc e soprattutto con voi!!! Mi piace molto la vostra compagnia, quello che ognuno dice e racconta in modo personalissimo, proprio come è giusto che sia! E tantissimo le vostre ricette!!!
Il clima caldo e soleggiato di questi giorni mi dà molta carica per fare tante cose, e di farle tutte bene. Spero!
Bene, ora andiamo a preparare un gustosissimo petto di pollo, insolito, particolare e profumato, che ho chiamato in questa maniera perché ha la cimetta bianca! 

Stupirete i vostri ospiti o semplicemente i vostri familiari, ne sono sicura!
sabato 6 settembre 2014
Carissime amiche come state? Io molto bene! Abbiamo avuto un’estate particolare quest’anno dal punto di vista climatico, ma tutto sommato abbiamo potuto fare ugualmente qualche giorno di vacanza!
Oggi vi presento dei biscotti caserecci favolosi, che sanno di buono, di casa, anzi di agriturismo! Sì, infatti la ricetta me l’ha data la proprietaria dell’agriturismo dove abbiamo alloggiato in Basilicata. Molto gentilmente mi ha descritto anche tutto il procedimento. (Non è facile che i ristoratori svelino le loro ricette. Che bella la signora Pina!)

Ed eccomi qui a regalarvela! Senza impiegare tanto tempo si possono avere biscotti da inzuppo molto buoni, con la soddisfazione della provenienza home-made!!!  :)
Si chiamano in questa maniera perché devono riposare diverse ore prima che vengano infornati. Vediamo insieme come fare.
venerdì 11 luglio 2014
Anche d’estate il desiderio di un dolce non svanisce. Si desidera soltanto qualcosa di più fresco e, si fa per dire, più “ leggero”. Ecco allora cosa ho preparato in occasione di una festa. Sono piaciuti a tutti perché soffici, delicati e gustosi perché farciti al punto giusto.

Per la pasta bisquit:
3 uova
150 gr. di zucchero
150 gr. di farina “00”
Mezza bustina di lievito per dolci istantaneo
Vanillina o limone grattugiato

Con le fruste elettriche montare gli albumi. A parte montare i tuorli con lo zucchero. Aggiungere la farina setacciata, il lievito ed infine delicatamente gli albumi.
Foderare una teglia grande rettangolare con carta forno. Versare il contenuto, livellare ed infornare alla temperatura di 170° per 15 minuti (regolarsi in base al proprio forno).
martedì 1 luglio 2014
Il caldo sta arrivando e si cerca di preparare piatti freddi, che rinfrescano il corpo e allietano la vista.
E sì, dico così, perchè queste spighe, di un noto pastificio locale, e quindi per me ottime, si presentano bene, catturano l’attenzione dei bambini, anche per altre ricette, e sono molto indicate per preparazioni di questo tipo, insalate ecc.., in quanto non tendono ad unirsi tra loro.

Allora oggi ho preparato una squisita pasta con peperoni arrostiti, mozzarella affumicata e piselli freschi (da me precedentemente congelati nella stagione).
lunedì 23 giugno 2014
Vorrei ringraziare Laura e Vanna dei blog “La passione di Laura” e “La cucina di Molly”  che mi hanno assegnato il premio "Lovely Blog" Award.

  
Le regole per questo premio sono:
  • rispondere alle 10 domande allegate;
  • elencare 10 blog a cui donare a mia volta il premio;
  • avvisare i suddetti premiati;
  • ringraziare il blogger che mi ha premiato;
  • inserire il banner del premio nel blog.
 Le domande e le mie risposte:
1. Com'è cambiata la tua vita con il blog?
Dedico più tempo al computer, ma non troppo. Riesco ugualmente ad organizzarmi la mia       giornata.

2. Descriviti con un aggettivo.
Riflessiva.

3. Quale stato d'animo ti rappresenta meglio?    
Gioia.

4. Trovate più seducente l'intelligenza o l'attrazione fisica?
Certamente l’intelligenza!

5. Il vostro motto è ...? 

“Amiamo chi ci sta accanto perché la gioia genera altra gioia!”

6. Quanti libri leggi in un anno?
Due, tre.

7. Un pregio e un difetto di te.
Generosa - esigente.

8. Musica, Cantante, Strumento musicale preferito.
Musica leggera e classica. Pausini. Morricone. Violino.

9. Esiste l'amicizia virtuale?

Sì certo che esiste, altrimenti non starei qui a conversare con voi!

10. Quanto trovi stupide/carine queste piccole attenzioni con un pensiero Award?
Non sono affatto stupide. Sono delle attenzioni carine e simpatiche che esaltano il gusto del bello in tutte le sue forme! 

10 Blog a cui regalo questo Award sono:

  1. Annaferna - Mordiefuggi
  2. Carmencook - Chiacchiere in cucina
  3. Milena - Breakfast da Donaflor
  4. Damerinda - Cucinare semplicemente
  5. Linda - La mia famiglia ai fornelli
  6. Annamaria - Solo cose buone
  7. Maria Grazia - Un tavolo per quattro
  8. Clementina - Dolcezze infinite
  9. Hariel - Semplicemente Hariel
  10. Roberta - Cucinanostress




sabato 21 giugno 2014
Qualcuno li chiama cubotti, altri dolcetti, altri ancora peluches al cocco! Chiamateli pure come volete…io vi dico soltanto che sono buonissimi, freschi, gustosi, facili ed inoltre… uno tira l’altro!

Questi deliziosi dolcini me li ha fatti conoscere una mia carissima amica in occasione di una recente scampagnata. Quando a volte ci riuniamo per un pranzo tra amici, a fine pasto generalmente condividiamo i dolci che ognuno prepara e, questa volta, quelli che hanno avuto maggiore successo sono stati quelli di Paola.
In una settimana li ho preparati ben due volte perché ho ricevuto diverse richieste. Sinceramente non ho resistito neanche io ed ho subito accettato.
Gli ingredienti che ho utilizzato sono:
6 uova fresche;
300 gr. di farina;
300 gr. di zucchero (io 250);
100 gr. di latte;
150 gr. di olio di semi;
1 bustina di lievito per dolci.
Mescolare tutti gli ingredienti come per una torta accendendo preventivamente il forno a 180°.
Versare il composto nella tortiera più grande perché il dolce deve risultare, una volta cotto, non molto alto.
giovedì 12 giugno 2014
Non si sbaglia mai quando si decide di preparare dei muffin, e per giunta al cioccolato! Sono ottimi dolcetti, indicati per la colazione o la merenda. Se preparati con ingredienti semplici sono ancora più gustosi. Devo ammettere che appena sfornati sono molto morbidi e piacevolissimi, ma anche dopo, magari farciti con della crema, non perdono affatto il gusto cioccolatoso. Provare per credere!!!

Gli ingredienti usati sono: 
250 gr. di farina
180 gr. di zucchero
3 cucchiai di cacao amaro
2 cucchiaini di lievito per dolci
mezzo cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
150 gr. di gocce di cioccolato
90 gr. di olio di semi
250 gr. di latte intero
1 uovo
Aroma a piacere (vaniglia…)

Mescolare tutti gli ingredienti come per una torta, accendere il forno alla temperatura di 180°. Riempire i pirottini non oltre la metà perchè lievitano molto e sistemarli nella teglia per muffin.  Farli cuocere per una ventina di minuti. (Comunque controllare la cottura in base al vostro forno).














giovedì 5 giugno 2014
Con l’arrivo della bella stagione, almeno così sembra da noi, vien voglia di preparare qualcosa di fresco, di nuovo, di stuzzicante. E allora apriamo l’estate con un bel piattino di antipasto oppure contorno, o addirittura come cena, insomma come si desidera!

Per preparare queste deliziose barchette occorrono dei pomodori per insalata, tipo San Marzano, del tonno, maionese, origano o basilico, qualche cappero per la decorazione, sale ed olio di oliva.
Si tagliano i pomodori nel senso della lunghezza e si svuotano della loro polpa conservandola in un piatto dopo averla sminuzzata. Alla polpa dei pomodori va aggiunto il tonno, un pizzico di sale, un pochino di maionese ed un pizzico di origano o basilico, a seconda dei gusti. A questo punto le barchette di pomodoro vengono farcite e decorate con maionese e qualche cappero. Si completa con un goccio di olio evo prima di riporre il piatto in frigorifero.
giovedì 29 maggio 2014
Nell’orto di famiglia cresce abbondante in questo periodo la borragine, una pianta poco conosciuta ma gustosa ed apprezzata dagli intenditori. Io la utilizzo sia cotta che cruda, in quest’ultimo caso per profumare una bella insalata mista. 


Andiamo a conoscere allora la sia origine ed il suo utilizzo, prendendo spunto da internet:
  • Origine   La pianta è probabilmente originaria dell'Oriente, ed è diffusa in gran parte dell'Europa e nell'America centrale, dove cresce tuttora in forma spontanea fino ai 1000 m s.l.m.[1]. Viene coltivata in tutte le regioni temperate del globo. Il nome deriva dal latino borra (tessuto di lana ruvida), per la peluria che ricopre le foglie. Altri lo fanno derivare dall'arabo abu araq (= padre del sudore), attraverso il latino medievale borrago, forse per le proprietà sudorifere della pianta.
  • Descrizione   Pianta erbacea, spesso coltivata come annuale, può raggiungere l'altezza di 80 cm. Ha foglie ovali ellittiche, picciolate, che presentano una ruvida peluria, verdi-scure raccolte a rosetta basale lunghe 10-15 cm e poi di minori dimensioni sullo stelo. I fiori presentano cinque petali, disposti a stella, di colore blu-viola, al centro sono visibili le antere derivanti dall'unione dei 5 stami. I fiori sono sommitali, raccolti in gruppo, penduli in piena fioritura e di breve durata. Hanno lunghi pedicelli. I frutti sono degli acheni che contengono al loro interno diversi semi di piccole dimensioni.
  • Usi alimentari   Le foglie giovani sono variamente impiegate in cucina. L'uso tradizionale è allo stato cotto delle foglie, che vengono utilizzate in molti piatti regionali per minestroni, ripieni per ravioli e pansoti in Liguria, torte e frittate. Tipico è il consumo in frittelle dei fiori e delle foglie (passate in pastella e poi fritte). La cottura elimina la peluria che copre le foglie. In moderata quantità le foglie giovani sono state usate crude in insalata e sono usati episodicamente in egual modo anche i fiori. I fiori azzurri sono usati per colorare e guarnire i piatti e per colorare l'aceto; congelati in cubetti possono costituire decorazione per le bevande estive.
E’ molto semplice preparare questo squisito primo piatto. Occorre prendere la verdura in questione, lavarla e lessarla in acqua salata per circa dieci minuti. Cuocere a parte gli spaghetti al dente, io ho usato quelli trafilati al bronzo perché si uniscono meglio alla verdura. 

giovedì 22 maggio 2014
Oggi ho preparato un piatto profumatissimo perché ho utilizzato sia gli asparagi che i funghi. Noi abbiamo ancora i famosi funghi cardoncelli ed allora, perché non approfittarne? Sono stati davvero apprezzati e tra l’altro sono di facile esecuzione.


Per quattro persone occorrono:
400 grammi di pappardelle fresche,
un mazzetto di asparagi coltivati o selvatici 
circa 400 gr. di funghi
una trentina di pomodori freschi tipo “fiaschetto”. Si chiamano così perché hanno una forma allungata con la punta evidente.

Ho pulito e tagliato in piccoli pezzi gli asparagi, facendoli cuocere con pochissima cipolla, olio e pochissima acqua, fino a quando si sono inteneriti.
A parte ho lavato accuratamente i funghi, li ho tagliati e messi in pentola con aglio, olio e poco sale.
A cottura quasi ultimata, vanno aggiunti i pomodori tagliati in quattro e, più tardi, gli asparagi.

martedì 13 maggio 2014
Oggi per la mia amica Tina ho preparato a sorpresa una crostata al cioccolato per festeggiare il suo compleanno. Molto meravigliata ma felicissima, mi ha ringraziata con un forte abbraccio.
A volte basta anche una piccola attenzione, un piccolo gesto d’affetto per stare bene insieme…
La crostata poi …è andata a ruba per la sua freschezza, morbidezza e …scioglievolezza.
Provare per credere!

Gli ingredienti necessari sono:
300 gr. di farina
120 gr. di burro
1 uovo + 2 tuorli oppure 2 uova
50 gr. di zucchero
1 pizzico di sale
Scorza di limone grattugiata
1 cucchiaino di lievito per dolci

Dopo aver unito tutti gli ingredienti e formato il panetto, si fa riposare in frigo.

Per la crema:
100 gr. di cioccolato fondente
30 gr. di burro
100 gr. di zucchero
2 uova intere
30 gr. di fecola
½ litro di latte.

Nel bimby si procede mescolando il tutto per 8 minuti a 80° vel.3
Penso che la stessa crema si possa preparare normalmente in una normale pentola, fino a quando raggiunge una bella densità.

















domenica 4 maggio 2014
L’altro giorno ho preparato un secondo a base di pesce, semplice e delizioso che piace veramente a tutti per il gusto.
Altro vantaggio: è senza spine, quindi molto pratico da consumare in famiglia ma soprattutto quando si ricevono ospiti con… piccoli ospiti! Essendo già comprensivo di contorno, perché è ricoperto da uno strato di purè di patate, non necessita di molti accompagnamenti. In questa stessa maniera si possono preparare sia la spigola che l’orata (sfilettati) oppure altri tipi di filetti di pesce. Una vera bontà!

Carissimi/e, ve lo presento:

Procuratevi dei filetti di spigola (personalmente me li faccio preparare dal mio pescivendolo), lavateli per bene. Poi, oliate una pirofila e condite con rosmarino, sale ed un pizzico di origano. Adagiate i filetti e delicatamente copriteli con uno strato di purè di patate che avete preparato in precedenza. 

mercoledì 30 aprile 2014
Oggi vi presento la mia crostata alle mele, profumata e dolce al punto giusto ma soprattutto gustosissima.
E’ stata una mia carissima amica di nome Grazia a farmela conoscere un po’ di tempo fa ed ora è quella che preparo più spesso, specialmente quando aspetto degli invitati, perché è anche molto bella.

Allora, visto che le crostate alla frutta sono sempre gradite da tutti, vi consiglio di seguire questo procedimento. Gli ingredienti che ho utilizzato sono:

300 gr. di farina “00”
70 gr. di  olio di semi
100 gr. di zucchero
2 uova intere
Mezza bustina di lievito istantaneo per dolci
Limone grattugiato

sabato 19 aprile 2014
Benvenuti a tutti! 
Carissimi amici e amiche virtuali, anch'io come voi ho realizzato finalmente un sogno che avevo riposto da un po’ di tempo nel cassetto anzi, è stato, per dirla tutta, un regalo da parte delle mie amate figlie, in occasione del mio compleanno. Che bello! Finalmente potrò condividere con voi le mie semplici ma gustose ricette casalinghe, che “profumano” di Puglia e quindi di rustico, di spezie mediterranee, di sapori antichi e fatte anche di odori “accoglienti”!

Ora vi invito a prendere una fetta della mia torta semplice, ma vi assicuro gustosissima. Mi sono soltanto applicata nella decorazione che rispecchia il mio nome, come vedrete.
Allora, pronti? Si parte….
La mia torta l’ho preparata con:

6 uova;
150 gr. di zucchero;
200 gr. di farina “00”;
1 bustina di lievito per dolci;
mezzo guscio d’uovo quasi pieno d’olio d’oliva.

Ho frullato per quindici minuti le uova intere con lo zucchero con un frullino e, quando il composto ha raddoppiato il volume, ho aggiunto delicatamente la farina unita al lievito, tutto precedentemente setacciato, ed infine l’olio. Successivamente ho versato il composto in una teglia, precedentemente unta ed infarinata. L’ho infornata ad una temperatura di 170° per 25 minuti (regolatevi comunque col vostro forno).

La bagna l’ho preparata con mezzo litro d’acqua, che ho fatto bollire con quattro cucchiai di zucchero e la buccia sottile di un limone bio. Quando lo sciroppo è freddo ho aggiunto un bicchierino di limoncello.

La mia crema pasticcera è molto semplice, occorrono:

mezzo litro di latte;
3 cucchiai di zucchero;
3 cucchiai di farina.

Chi sono

Sono una donna del Nord Barese. La mia passione è scoprire e inventare nuove ricette e dettagli particolari che possano rendere unici i miei piatti. Mi diletto nel salato e anche nei dolci. Questa del blog è una nuova (e inaspettata) esperienza. Spero di riuscire a mostrarvi le mie piccole creazioni!

Contattami

La mia email: rosabosco5@gmail.com

Etichette

I miei amici

Le mie visualizzazioni

I miei lettori fissi

Powered by Blogger.